lunedì 3 agosto 2009

Si trompa l'olio!

...ovvero un trompe l'oeil, mia prima esperienza in questo campo e speriamo bene...:)

E' un lavoro che mi incuriosisce e mi ispira moltissimo, ovviamente perché ha a che fare col disegno e la pittura, col creare qualcosa che prima non c'era, e poi non ultimo (e uno li chiama i casi della vita)... avrà come soggetto un gatto! Quindi non posso proprio volere di più - o meglio sì: posso, e devo, volere che venga proprio proprio bene... ehm sì, sarebbe auspicabile.

Attualmente prima che mi "attacchi al muro" ci manca ancora un pochino, ma il disegno è stato approvato e ora tocca a me esercitarmi a dipingere su intonaco, cosa che come dicevo non ho mai fatto. Casalesi, non temete, non verrò a pitturare i muri delle vostre case di nascosto e nottetempo! Mi eserciterò su un pannello di compensato intonacato per l'occasione. Che così se viene una schifezza è anche più facile da scagliare giù dalla finestra...:P

Finestra, giusto. Non l'avevo detto, ma è questo che sono chiamata a creare: e in effetti il riquadro di una finestra murata è ottimo per ricreare l'illusione che quel vano sia ancora aperto, e che dall'altro lato ci sia quello che vogliamo noi.

Curiosi delle tappe fino al disegno finale?
Sono partita da bozzetti molto veloci, ad acquerello, per capire gli ingombri e i colori:

questa era l'idea iniziale, quella di un gatto simpatico e gigantesco che occupasse l'intera finestra. Un po' incombente, forse? Non so, ma di certo non rispettava il vero senso del trompe l'oeil, dell'inganno dell'occhio: un gatto gigantesco non può certo essere vero e meno male... pensa se è uno di quelli che per dormire ti salta sul letto, magari sdraiandosi comodamente sul cuscino...).
Così, si cambia un po' il tiro, e il gatto diventa a grandezza naturale. Ispirandosi poi ad un trompe l'oeil che potete vedere a Varazze, si aggiunge anche una persona.



Modifiche della persona (che diventano due, a simboleggiare i padroni di casa, lui che suona il flauto e lei con dei magnifici capelli ricci) e aggiunta di una bellissima tenda svolazzante...



...per poi arrivare alla versione definitiva, dove si è pensato di fare solo del gatto il rpotagonista della scena. Due vasi di fiori ed ecco qua il bozzetto definitivo!


Ultimo passaggio del lavoro su carta, il disegno "in bella" e in scala:

(C) Gea Ferraris
Alla prossima con il pannello d'intonaco... wow.

9 commenti:

AleLav ha detto...

Bravissima Gea!!! poi ti chiamerò anche per casa mia... dovrai solo aspettare che mi compro casa...sperò che tra 30 anni sarai ancora cosi brava XD

Les Chats Noirs ha detto...

Bellissimi i colori, e bellissima anche la tenda, sembra di toccarla.
Non mi convince il gatto, soprattutto le zampe non tornano, ti consiglio di copiare da una foto, è difficile disegnare gli animali a memoria... Neppure a me riuscirebbe renderlo realistico '^^

Complimenti comunque per il lavoro, è emozionante cimentarsi in qualcosa di nuovo!
Un bacione e un in bocca al lupo,

Chat F.

GiuliA - Giulijovska Pusciastova ha detto...

bravissima Geetta!!
un lavoro coi fiocchi (almeno fino a qui... ma sono sicurissima che il risultato finale sarà anche meglio!)
mi piaceva moltissimo l'opzione in cui si vedevano anche il flautista e i ricci, bella idea :)
conservala per il futuro, chi può mai sapere? ;)

Manuela Soriani ha detto...

Ciao Gea!

Che meraviglia!
Complimenti!

Immagino che la pittura manuale dia davvero moltissime emozioni!
*___*

Anna B. ha detto...

Ciao Gea,
stavo curiosando e sono finita sul tuo blog. Tornerò a trovarti, mi piacciono i tuoi disegni e soprattutto i toni e la resa dei tuoi colori.
Se ti va vieni a dare un'occhiata da me.
In bocca al lupo per il tuo primo trompe l'oeil, saluti e a presto!
Anna

Gea Ferraris ha detto...

Lavi: ma volentieri! solo che io aspetterei di vedere come mi viene... magari combino un pastrocchio infinito!:P

Tatina: uh che bello, sono felice che la tenda ti piaccia... drappeggi e tessuti in movimento non sono esattamente il mio forte...^^"
devo confessare che la posa del gatto in effetti è già presa da una foto... d'ho! le zampe non convincono molto nemmeno me, le dovrò rivedere nelle fasi successive... ma il resto, musetto, codone, eccetera, in verità non mi dispiacciono... tu cosa rivedresti?

Giulia: :D quell'opzione piaceva molto anche a me, ma forse diventava un po' affolata per una finestra che in realtà non è molto grande... in futuro chissà! non si butta mai via nulla!:)

Manu: eh sì, la pittura a mano mi piace tanto, spero di migliorare sempre di più! a computer invece so a malapena da che parte cominciare, e forse ciò non è molto bene... ehm...

Anna: benvenuta e bentrovata! sono contenta che i miei disegni ti piacciano, e mi farà molto piacere se tornerai a trovarmi! anche il tuo blog è molto carino, complimenti! se ti va ti aggiungo tra i miei linki!:)

Anna B. ha detto...

Nulla in contrario, anzi! Ti aggiungo anche io... Alla prossima e benvenuta anche a te!

Lilyhanne ha detto...

Davvero belli!
Ma la cosa che più mi ha colpito è la citazione varazzina, pochi ci fanno caso...addirittura molti di quelli che vivono a Varazze non sanno nemmeno della sua esistenza! XD
Dimmi che sei di queste zone (io son di Albissola) che altrimenti mi sconvolgi!

Gea Ferraris ha detto...

grazie lilyhanne!:)
eh no, non abito dalle tue parti (purtroppo!)... ma a varazze ho passato un sacco di "lugli" quand'ero piccola, perciò un po' la conosco ancora! quel trompe l'oeil poi lo ricordo abbastanza bene, perchè da piccola i miei me lo indicavano ogni volta che passavamo di lì...:)