venerdì 18 settembre 2009

Dove osano le aquile

...ovvero me stessa a lavorare su un ponteggio al secondo piano! Ma sto scherzando, fortunatamente non soffro di vertigini e comunque l'architetto ed i due decoratori (che hanno davvero avuto molta pazienza con me, povera pivellina alle prime armi!:) ) mi hanno messo duemila "ringhiere" dietro la schiena, che se fossi caduta voleva dire proprio che l'avevo fatto apposta.

Giovedì scorso, a un certo punto, un insettino si è posato sul blu dello sfondo della mia finta finestra... mi piace immaginare che abbia provato ad entrare in quella stanza che in realtà non esiste...

E così, il lavoro è finito. Appena in tempo per non prendersi la pioggia di lunedì in poi, perché in realtà l'ultima pennellata l'ho data per l'appunto quel giovedì scorso che dicevo prima. E com'è stato fare questo strano lavoro, potreste chiedervi?

Mi è piaciuto, molto. Perché era qualcosa che non avevo mai fatto e che non è che ti capiti ogni giorno. Perché "pasticciare" sui muri è un sogno che si ha da bambini, e io in questo caso avevo anche il benestare dei padroni di casa (eh beh). E perché io mi affeziono tantissimo alle mie opere, ma questa, anche se è stata venduta e non sarà a casa con me, potrò vederla ogni volta che vorrò.

Mi affeziono, sìsì. Anche per voi è sempre bello - ovviamente - ma pure un po' malinconico, finire un lavoro? Stare a osservarlo per minuti e minuti, in alto in basso destra sinistra sopra sotto e decidere che "Sì, è finito davvero", quindi smettere di lavorare su qualcosa che ti ha coinvolto (nel senso del lavoro, ma soprattutto delle emozioni) per un po' di tempo? Io il mio gatto me lo sono salutato ben bene, ho salutato anche i vasi di fiori e la tenda... il decoratore mi ha preso un po' in giro :)

Adesso si aspetta che il ponteggio venga smontato per poterlo vedere bene e senza ostacoli... nel frattempo però mi pare giusto offrire un assaggino...


6 commenti:

tina ha detto...

grande gea!

Serena ha detto...

..dalla lontana Austria..un grande complimento!
Tschüß
Uè lo sai che seguo i tuoi lavori no? :P

sabriciola ha detto...

che bello Gea!

simjedi ha detto...

Essere artisti è maraviglioso!! tra le tue mani hai il potere per creare un mondo!! una prossima vita seguirò sicuramente le tue orme!! complimentoni gea!! un salutone dalla simo!!

GiuliA - Giulijovska Pusciastova ha detto...

brava, bravissima, fantastica!!
poi vieni a farne uno nella mia futura casa? XD

Anna B. ha detto...

Ciao Gea!
Passa dal mio blog, nel post che ho appena pubblicato c'è un pensiero anche per te...

Comunque (scusa se ti scrivo solo ora, sono state settimane intensissime) io provo le stesse cose quando finisco un lavoro... ad un certo punto so che il lavoro è finito, e magari fino ad un secondo prima di quell'aggiunta non sapevo come venirne a capo...! Lo guardo e riguardo e me ne convinco. Beh, ciò mi capita sempre quando "dipingo" ma meno quando "illustro"!
Mentre l'idea di dover consegnare un mio qualsiasi lavoro ad altri mi distrugge, mi sembra davvero ingiusto...